Toscana Rosso IGT “Anfiteatro” 1993 Vecchie Terre di Montefili

89,00

Vino di grande struttura e complessità, racchiude in sé tutta l’autenticità di un Sangiovese coltivato su galestro, donando nel bicchiere sentori di frutta rossa matura e pepe accompagnati da un tannino elegante e ben bilanciato.

Fotografia puramente esplicativa.

Condividi

Descrizione

Il Toscana Rosso IGT “Anfiteatro” Vecchie Terre di Montefili è prodotto con uve Sangiovese provenienti da una vigna storica piantata nel 1975.

La raccolta dell’uva avviene manualmente e, dopo la diraspatura, inizia il processo di vinificazione vero e proprio. La fermentazione è spontanea e si svolge grazie all’utilizzo di lieviti esclusivamente autoctoni. La successiva macerazione viene effettuata in botti di acciaio inox. L’affinamento ha una durata di 28 mesi in botticelle da 10Hl e tonneaux da 5hL. Il vino riposa poi in bottiglia almeno 12 mesi prima di essere messo in commercio.

Il nome Montefili si riferisce al nome della collina dove si trovano i vigneti. Sono terre davvero antiche, con radici profonde e storie da raccontare che sono passate di mano nel corso degli anni, dai romani ai monaci, fino all’attuale proprietà. Questa collina, poco oltre il castello di Montefioralle, si trova sulla cresta dei monti che fanno da spartiacque tra la valle di Greve e la Val di Pesa.  L’azienda infatti si trova all’interno dell’anfiteatro della Conca d’Oro, così chiamata per la sua fertilità che la rendeva dorata quando qui si coltivava grano. Con la delibera del Comune di Greve in Chianti del 2012 è diventato uno dei primi biodistretti d’Italia. Conduzione biologica quindi per i dieci ettari di vigna che insistono, a 500 metri di altitudine, sui tipici terreni del chiantigiano argillosi e ricchi di scheletro con galestro e alberese. Impianti a cordone speronato, che diventa capovolto per le piante di oltre quarant’anni, che danno vita all’Anfiteatro il vino di punta dell’azienda.

Ti potrebbe interessare…